article image

La scuola come organizzazione di apprendimento

Proprio come le città si gemellano tra loro per riunire le comunità di tutto il mondo, eTwinning ha gemellato le scuole. La Mission eTwinning, per la quale le Scuole eTwinning sono organizzazioni di apprendimento inclusive e innovative, sviluppa ulteriormente questa idea, sottolineando le interazioni e le dinamiche, all’interno e tra le scuole come organizzazioni di apprendimento.

Dal 2005, le scuole che sono organizzazioni di apprendimento si adattano più rapidamente di quelle statiche e immutabili, come osserva un rapporto del Gruppo di lavoro Istruzione e Formazione 2020 (1), “La scuola come organizzazione di apprendimento impegna tutto il personale nell’affrontare le sfide ed evita che la loro attuazione sia esclusivo appannaggio delle gerarchie convenzionali”.

La scuola che apprende esplora nuovi approcci per migliorare la formazione di tutti gli studenti, concentrandosi su sette dimensioni OCSE (2016) (2):

  • Sviluppare e condividere una visione incentrata sull’apprendimento di tutti gli studenti: un senso di orientamento e una forza che motivi un’azione costante volta a raggiungere gli obiettivi individuali e scolastici  
  • Creare e sostenere opportunità di apprendimento continuo per tutti: investire in opportunità di qualità e di carriera, in modo che gli insegnanti possano migliorare le loro conoscenze professionali e l’apprendimento a fianco degli alunni
  • Promuovere l’apprendimento collaborativo tra tutto il personale: gli insegnanti lavorano e imparano insieme, faccia a faccia e/o online, con il peer networking che gioca un ruolo importante nel migliorare la professionalità
  • Stabilire una cultura dell’indagine, dell’innovazione e dell’esplorazione: essere curiosi e usare l’iniziativa e la volontà di sperimentare nuove idee e pratiche  
  • Integrare sistemi per la condivisione delle conoscenze e delle migliori pratiche: le scuole ricche di informazioni producono e analizzano dati rilevanti, utilizzandoli per la valutazione dei risultati e la valutazione dell’apprendimento 
  • Imparare con e dall’ambiente esterno, compreso il contesto sociale, politico ed economico: realizzare partenariati con i genitori e le comunità locali 
  • Modellare ed espandere la leadership nell’apprendimento: “guidare gli studenti” può creare le condizioni perché gli altri facciano lo stesso, i dirigenti scolastici possono modellare e incoraggiare la professionalità.

Affinché le scuole come organizzazioni di apprendimento abbiano successo, occorre fiducia e un impegno condiviso che sostenga uno sforzo collaborativo. La partecipazione a eTwinning offre questa opportunità, all’interno di una comunità di apprendimento a livello europeo che rispetta la diversità delle opinioni, incoraggia la sperimentazione e celebra il successo.


Esempi di buone pratiche delle Scuole eTwinning:

Durante l’anno scolastico 2019-2020, l’Unità europea eTwinning ha lavorato a stretto contatto con sei Scuole eTwinning nell’ambito del monitoraggio e dello sviluppo delle Scuole eTwinning.

In tutte le scuole, in una certa misura, abbiamo osservato gli elementi descritti dall’OCSE come tipici delle "scuole che apprendono", cioè quelle che esplorano nuovi approcci per migliorare l’apprendimento per tutti gli studenti, concentrandosi sulla realizzazione delle sette dimensioni sopra menzionate.

Al Col legi Sant Josep a Navàs, Spagna, la scuola è entrata in “Escola Nova 21”, un’alleanza di scuole e istituzioni della società civile finalizzata alla creazione di un sistema scolastico avanzato e ha adottato una visione scolastica che ha elementi in comune con la Mission delle Scuole eTwinning. La visione e la mission del Col·legi Sant Josep mette l’apprendimento degli studenti al centro di tutto e serve come guida per gli insegnanti e punto di riferimento per i genitori.

Considerando il secondo elemento delle scuole in quanto organizzazioni di apprendimento, lo sviluppo professionale continuo e la formazione del personale scolastico sono una parte integrante delle attività degli insegnanti della Direzione Didattica Ottavo Circolo, una Scuola eTwinning di Piacenza. Nel 2019, le due vicepresidi della scuola primaria e della scuola materna hanno organizzato corsi di formazione professionale su misura per incoraggiare la partecipazione dei colleghi e migliorare le loro competenze. La formazione pratica è stata organizzata a scuola, sulla base di due progetti eTwinning da loro sviluppati. 

Al Col·legi Sant Josep,  la promozione dell’apprendimento in team e la collaborazione tra tutti i membri dello staff avvengono nell’ambito di progetti interdisciplinari di collaborazione. Nell’anno scolastico 2019-2020, quasi tutte le classi sono state coinvolte in un progetto interdisciplinare eTwinning, dove ogni classe ha partecipato a brevi attività durante tutto l’anno. Ciò ha permesso agli insegnanti di lavorare a stretto contatto e in modo interdipendente, condividendo conoscenze e competenze. 

Alla Scuola sperimentale dell’Università di Salonicco, studenti e insegnanti sono incoraggiati ad assumere un ruolo attivo. La scuola imposta una cultura dell’inchiesta, dell’innovazione e dell’esplorazione attraverso svariate attività curriculari ed extracurriculari. Gli studenti sono coinvolti nel processo decisionale tramite l’organizzazione di una formazione online per i loro genitori. Gli studenti hanno preparato e gestito una serie di corsi online (8 lezioni) a Moodle sull’uso delle TIC, del GDPR e della sicurezza online con l’obiettivo di combattere l’esclusione digitale degli adulti. Attraverso tali attività, gli studenti non solo partecipano in prima linea al loro apprendimento, ma sono anche attori attivi nel processo di innovazione della scuola.

Al Dr. İlhami Tankut Anadolu Lisesi, una Scuola eTwinning di Antalya, Turchia, il personale scolastico incoraggia gli studenti ad assumere un ruolo attivo nel processo decisionale all’interno della scuola attraverso i consigli degli studenti che collaborano con l’ordine degli avvocati della città. La scuola apprende con e dall’ambiente esterno ed è integrata nella comunità locale.  Parimenti, il Lycée des métiers Louis Blériot, un istituto professionale e Scuola eTwinning di Trappes, Francia, lavora con studenti provenienti da ambienti vulnerabili e con bisogni educativi speciali. La scuola organizza mostre e gli studenti presentano il loro lavoro in vari eventi tra cui le giornate Erasmus+ e quelle dedicate all’Europa, o la Carta Erasmus+. In questi incontri ed eventi, la scuola funge da centro di apprendimento non solo per gli studenti, ma anche per i loro genitori e per la comunità in generale.

La Scoala Gimnaziala nr.17, Botosani, Romania, è un modello per le altre scuole, dal momento che fornisce a insegnanti e personale scolastico l’opportunità di assumere il ruolo di leader. In questo senso, la scuola crea attivamente modelli e sviluppa una leadership dell’apprendimento, attraverso corsi di formazione informali e formali con il supporto dell’Ispettorato Scolastico. Gli insegnanti condividono le loro pratiche, rispondono alle domande, rispondono alle chiamate per aiutare altri colleghi in diverse scuole, organizzano sessioni 1:1 e forniscono esempi tratti dalla loro esperienza. Organizzano anche eventi online in eTwinning per mostrare il loro lavoro e condividere sfide e soluzioni. 

Infine, tutte e sei le scuole sono state coinvolte nella creazione di un piano d’azione per lo sviluppo della scuola. Il piano prevedeva la raccolta e lo scambio di conoscenze all’interno di ogni scuola e tra le scuole.


1. Commissione europea (2018), Teachers and school leaders in schools as learning organisations: Guiding principles for policy development in school education. https://www.schooleducationgateway.eu/downloads/Governance/2018-wgs4-learning-organisations_en.pdf

2. OCSE (2016), What makes a school a learning organisation? A guide for policy makers, school leaders and teachers. https://www.oecd.org/education/school/school-learning-organisation.pdf