article image

Amici di eTwinning: affrontare le sfide educative con UNHCR

Nel 2020, eTwinning ha dato il benvenuto nella rete dei suoi Amici all’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR).

La vasta esperienza sul campo dell’UNHCR in materia di gestione dei migranti e dei rifugiati è stata accolta con entusiasmo dagli eTwinner, interessati e curiosi di sapere come affrontare queste delicate tematiche con i loro studenti.

In quanto organizzazione globale, l’UNHCR si dedica a salvare vite, proteggere i diritti e costruire un futuro migliore per i rifugiati, le comunità costrette a sfollare e gli apolidi. Dal 1950, l'organizzazione lavora in tutta Europa e oltre per assicurare che ognuno abbia il diritto di chiedere asilo e di trovare un rifugio sicuro, dopo essere fuggito da violenza, persecuzione, guerra o calamità in patria. L'assistenza dell’UNHCR si è rivelata vitale per milioni di rifugiati, richiedenti asilo, sfollati interni e apolidi, molti dei quali non hanno nessuno a cui rivolgersi.

L’UNHCR ha fatto un ingresso in grande stile nella comunità eTwinning: grazie al seminario online sul tema “Parlare di rifugiati in classe”, 200 eTwinner hanno avuto l’opportunità di immergersi in questo importante ma controverso argomento. Nell’anno in cui eTwinning esplora il tema di alfabetizzazione mediatica e disinformazione, è molto importante aprire la discussione su questo tipo di argomento, comprende i fenomeni migratori e concetti di base come: rifugiato, asilo politico, migrazione e apolidia.

Scopo del seminario è stato quello di fornire una guida agli eTwinner che lavorano nella scuola primaria e secondaria, guidandoli su come accogliere e includere i bambini rifugiati nelle loro classi. Illustrando un tipico percorso che i rifugiati intraprendono, ha aiutato a capire da dove vengono, le direzioni verso cui vanno, e le motivazioni e le ragioni che li spingono a lasciare il loro paese per cercare sicurezza altrove. Un tema sul quale ci si è concentrati in modo particolare durante il seminario è stato quello delle sfide che i bambini rifugiati devono affrontare, dall’imparare una nuova lingua e far fronte allo stress e al trauma che possono derivare dalle loro esperienze, all’integrazione generale in nuovi ambienti che il più delle volte possono essere molto diversi da quelli che hanno lasciato.

Teaching About Refugees è anche disponibile come sezione dedicata sul sito web dell’UNHCR, e fornisce ulteriori approfondimenti e strumenti su questo complesso fenomeno. Come ha detto Ban Ki-moon, ex Segretario Generale delle Nazioni Unite, “La migrazione è un’espressione dell’aspirazione umana alla dignità, alla sicurezza e a un futuro migliore. È parte del tessuto sociale, parte della nostra stessa composizione come famiglia umana.”

Visita anche il Gruppo in evidenza eTwinning: Integrating Migrant Students at School.