article image

Le Scuole eTwinning mostrano una profonda dedizione a collaborazione, condivisione e lavoro di squadra

“Collaborazione” è una parola indissolubilmente legata a eTwinning. Nella maggior parte dei casi descrive la collaborazione durante un progetto eTwinning tra insegnanti e studenti di diversi paesi.

Nell’ambiente scolastico, tuttavia, la collaborazione efficace degli insegnanti è definita come un impegno nelle pratiche, in cui gli insegnanti dialogano sulle esperienze e le attività in classe nel tentativo di rafforzare le competenze pedagogiche e di incoraggiare i colleghi a provare a creare nuove cose. I membri della comunità scolastica condividono la convinzione che il modo migliore per raggiungere gli obiettivi della scuola sia quello di lavorare in modo collaborativo e di dedicare tempo alla formazione di team e alla collaborazione.

Dando prova di un forte impegno nella collaborazione, gli insegnanti hanno maggiore accesso alle risorse e i loro metodi di insegnamento vengono migliorati, poiché la collaborazione offre un supporto per provare nuove idee e attività. Questo processo consente inoltre alla scuola di riflettere e di migliorare continuamente le proprie pratiche, creando standard elevati per tutti gli studenti.

Le scuole devono superare diversi ostacoli come: sistemi prestabiliti, mancanza di tempo, ridefinizione della cultura scolastica attualmente improntata sull’isolamento degli insegnanti e che deve invece fondarsi sulla collaborazione tra docenti, nonché tensioni e disaccordi che il lavoro di squadra può creare. In questo caso, il ruolo del dirigente scolastico è cruciale. Il dirigente deve condividere il processo decisionale con il personale della scuola, fornire supporto per l’effettiva costituzione di team di insegnanti (definire lo scopo, fissare gli obiettivi, fornire feedback, supporto). In qualità di leader didattico, deve motivare il personale della scuola a continuare ad apprendere e a migliorare le proprie pratiche.

La collaborazione non è sempre facile e richiede un investimento di tempo. Le scuole possono iniziare gradualmente, attuando diverse azioni come programmi di mentoring, social network, co-insegnamento, lezioni aperte e riunioni settimanali di pianificazione e collaborazione, ecc.

Ma è sufficiente? E la collaborazione al di fuori della scuola? Come può la scuola coinvolgere i genitori e le loro comunità?

Le ricerche dimostrano che gli studenti i cui genitori sono coinvolti nella loro educazione hanno maggiori probabilità di adattarsi bene a scuola, hanno migliori abilità sociali, completano i compiti a casa, ottengono voti più alti e molto altro ancora. L’impegno della comunità locale può anche migliorare i risultati di apprendimento degli studenti e aiutare gli studenti a comprendere il loro ruolo nella società in generale.

Una comunicazione efficace tra scuole, genitori, studenti e comunità costituisce la base per lo sviluppo di partenariati che possono avere un impatto sull’apprendimento degli studenti. L’apprendimento non è limitato alla classe e la partecipazione dei genitori alla vita scolastica può coltivare un ambiente di apprendimento olistico per gli studenti. Allo stesso tempo, i membri della comunità e le organizzazioni possono offrire le loro competenze e conoscenze che le scuole possono utilizzare per offrire agli studenti un apprendimento più autentico e connesso.

Secondo un proverbio africano: "Ci vuole un villaggio per crescere un bambino" e questo dovrebbe essere il ruolo di una Scuola eTwinning. Le Scuole eTwinning dovrebbero coltivare una cultura che rispetti, valorizzi, sostenga e riconosca l’impegno inclusivo di tutti, per il raggiungimento degli obiettivi scolastici e l’attuazione della Mission della Scuola eTwinning.


Esempi di buone pratiche delle Scuole eTwinning:

Nella Scuola sperimentale dell’Università di Salonicco, in Grecia, la collaborazione prende vita in varie forme. La maggior parte dei 34 insegnanti della scuola partecipa alle attività di eTwinning, il che comporta l’incoraggiamento e il sostegno da parte della direzione scolastica, insieme a una formazione dedicata e a concrete opportunità di collaborazione per gli insegnanti. Per aiutare i docenti a integrare eTwinning nei programmi di studio, la direzione della scuola offre regolarmente opportunità di sviluppo professionale che aiutano gli insegnanti a progredire e a sviluppare le loro competenze.

Nell’anno accademico 2019-2020, tutti gli insegnanti iscritti a eTwinning hanno partecipato a tali attività, condividendo le proprie idee con il resto dello staff. Gli insegnanti hanno avuto l’opportunità concreta di commentare le pratiche dei colleghi, discutere le diverse questioni della scuola e dar voce alle loro preoccupazioni, e prendere decisioni. Al fine di incoraggiare una didattica collaborativa tra gli insegnanti, a ogni progetto eTwinning gestito nella scuola ha partecipato più di un insegnante. Un docente ha avviato un progetto e ha presentato le proprie idee ai colleghi e gli interessati hanno potuto partecipare, questo naturalmente ha creato eccellenti progetti interdisciplinari e ha permesso sia agli insegnanti che agli studenti di classi diverse di imparare l’uno dall’altro. Per migliorare la collaborazione nella scuola, gli insegnanti sono stati incoraggiati a frequentare una classe eTwinning e a osservare il lavoro dei loro colleghi, consentendo l’apprendimento tra pari, il feedback e lo scambio di idee. Attraverso eTwinning gli insegnanti hanno tratto molte idee e ispirazione. L’apprendimento tra pari per gli insegnanti attraverso eTwinning è stato estremamente importante: ha permesso loro, in base alla rispettiva esperienza, di offrire sessioni di formazione su diversi argomenti a tutto il personale della scuola, ad esempio come utilizzare alcune attrezzature TIC e integrarle nell’apprendimento.

La collaborazione non si è limitata agli insegnanti, ma studenti e genitori sono stati coinvolti nel processo di apprendimento e decisionale. Gli studenti, che spesso hanno una maggiore familiarità con le nuove tecnologie, hanno aiutato insegnanti e genitori ad acquisire competenze nel campo delle TIC. Gli studenti hanno preparato e gestito una serie di corsi online (8 lezioni) in Moodle sull’uso delle TIC, del GDPR e della sicurezza online con l’obiettivo di contrastare l’esclusione digitale degli adulti. Inoltre, è stata incoraggiata la collaborazione tra studenti di classi diverse, in attività extracurriculari. Ciò è avvenuto in club scolastici come; orchestra, arte, matematica, statistica, teatro, teatro, fisica, cinema, Modello delle Nazioni Unite e pensiero critico.

Il coinvolgimento di studenti e genitori è ampiamente praticato anche al Col·legi Sant Josep a Navàs, una piccola città di 6.000 abitanti nella regione della Catalogna, in Spagna. La collaborazione e l’impegno con i genitori avviene attraverso il coinvolgimento dei genitori, dove, a seconda delle loro competenze, questi vengono invitati nelle scuole e aiutano gli studenti a svolgere le diverse attività. L’apprendimento tra pari degli insegnanti e un atteggiamento aperto alla sperimentazione di nuove pratiche, hanno portato a workshop e a una stretta collaborazione/tutoraggio di nuovi eTwinner da parte di insegnanti più esperti. Di conseguenza, dodici dei diciassette insegnanti iscritti a eTwinning nella scuola lo scorso anno sono stati attivamente coinvolti in un progetto interdisciplinare e due di loro hanno deciso di iniziare i propri progetti separati con le loro classi. Come nella scuola greca, il processo decisionale e il processo di riflessione non si sono limitati alla direzione formale della scuola, ma hanno coinvolto studenti e genitori. Il Col·legi Sant Josep ha creato un incontro in un caffè internazionale con due studenti in rappresentanza di ogni classe, un genitore per ogni classe e gli insegnanti. In questo incontro, il gruppo ha parlato della nuova classe di informatica e di musica e ha elaborato diverse proposte lavorando in modo collaborativo.

In entrambe le scuole, la collaborazione in tutti i suoi aspetti è stata ed è una delle principali priorità. Di conseguenza, docenti, genitori e naturalmente gli studenti non solo hanno migliorato le loro pratiche di apprendimento e di insegnamento, ma si sono anche impegnati maggiormente e si sono dedicati alla missione e agli obiettivi della scuola.