article image

eTwinning incontra la Cancelliera Angela Merkel

Tra il vertice della NATO a Bruxelles e la riunione del Gabinetto federale a Berlino, martedì 15 giugno 2021 la Cancelliera tedesca è stata ospite virtuale del Gymnasium Sanitz, una Scuola eTwinning.

L’occasione è stata l’“EU Project Day at Schools” (Giornata scolastica dei progetti UE), in cui i temi politici europei d’attualità vengono discussi con gli studenti.

Perché la Cancelliera ha scelto la Scuola eTwinning Gymnasium Sanitz?

Come ha spiegato Rebecca Redant, esperta insegnante eTwinning:

“Dal 2016 partecipiamo a progetti Erasmus+, organizzando scambi di studenti con la nostra scuola partner spagnola Centro Ramiro Izquierdo a Castellón de la Plana e realizzando progetti eTwinning.”

La prima parte della visita virtuale è stata trasmessa pubblicamente. La Cancelliera è stata accolta dalla dirigente scolastica Schulz, da Rebecca Radant, dal signor Ciupka e da un rappresentante degli studenti.

Dopo un breve video introduttivo, la conversazione è iniziata con la presentazione dei seguenti progetti:

  • Il progetto di podcasting “Listen to my radio: Breaking news!”, che ha visto la partecipazione di scuole tedesche, spagnole, italiane, francesi, finlandesi e turche. Il progetto ha vinto il 1° premio eTwinning tedesco per quest’anno scolastico ed è stato anche un secondo classificato per la categoria di età 16-19, sponsorizzato dalla Commissione europea.
  • Il progetto “The world at your FinGertips – learning with and from each other”, in cui gli studenti di prima media sono entrati in contatto con i loro partner finlandesi per scambiarsi informazioni durante l’anno scolastico 2020-2021.
  • Il progetto Erasmus+ “#globalgoalsambassadors – European Teenagers Fighting for a Better Future” che affronta gli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e la loro implementazione a scuola e nella comunità.

Quando alla Cancelliera Merkel è stato chiesto cosa desidera per l’Europa, la sua risposta è stata:

“Desidero che la gente si incontri e si comprenda, che l’Europa abbia una voce forte nel mondo e che sia all’avanguardia nella ricerca e nello sviluppo; politicamente possiamo fare molte cose, ma questo non ha lo stesso valore di quando la gente si avvicina e si riunisce.”

La Cancelliera Merkel ha voluto sapere esattamente come funzionano i progetti eTwinning e quali benefici portano agli insegnanti e agli studenti. Gli studenti hanno partecipato alla conversazione con grande entusiasmo e spirito d’iniziativa. Durante l’incontro hanno avuto l’opportunità di confrontarsi e sono emersi pensieri interessanti:

“Il progetto è stato un grande cambiamento rispetto alle nostre normali lezioni. Abbiamo avuto l’opportunità di usare, praticare e migliorare le nostre competenze di spagnolo. Inoltre, mi ha anche interessato molto il modo in cui gli studenti di altre nazioni europee vivono la loro vita quotidiana”.

“Abbiamo imparato molto sulle diverse culture e sulla vita quotidiana delle altre nazioni europee attraverso diversi argomenti, come ad esempio quali feste e tradizioni vengono celebrate nei diversi paesi o cosa immaginano gli studenti delle scuole partner per il loro futuro.”

“È stata un’opportunità unica e una possibilità di entrare in contatto con coetanei al di là della nostra scuola o del nostro paese. Questo ci ha permesso non solo di stabilire nuovi contatti, ma anche di conoscere i diversi paesi da una prospettiva diversa.”

“La cosa più divertente è stata fare la conoscenza di nuove persone, di persone che sono cresciute in altri paesi e con le quali, senza il progetto, forse non avresti mai parlato o non saresti mai entrato in contatto. Scoprire come vivono, quali sono le loro opinioni su certi argomenti, o cosa abbiamo in comune e quali sono le nostre differenze, ha allargato le mie esperienze e le mie idee.”

“Ho imparato ad essere più consapevole dell’Europa come comunità e unione! Lavorare insieme su qualcosa al di là del proprio paese, con altri membri dell’UE, mi ha mostrato che si può utilizzare molto più intensamente questa alleanza con le diverse culture, gli abitanti e le ampie sfaccettature e poi lasciare che questi progetti si sviluppino da essa!”

La visita virtuale è stata un grande successo e un incontro importante per il personale scolastico e gli studenti della Scuola eTwinning Gymnasium Sanitz.

Rebecca Radant ha concluso, “La Cancelliera si è mostrata incredibilmente calma e naturale, e la tranquillità che irradiava si trasmetteva a tutti i partecipanti! Gli studenti l’hanno trovata piacevole, interessata e aperta.”