article image

eTwinning e i suoi amici: il supporto ai tempi della COVID19

Quella degli Amici di eTwinning è una rete di enti, organizzazioni e iniziative internazionali che condividono i valori di eTwinning. La rete degli Amici di eTwinning aiuta eTwinning a far sentire la propria voce e a diffondere il proprio messaggio, al contempo supportando gli eTwinner nell’espansione delle proprie competenze condividendo con loro la conoscenza.

Questo si è dimostrato particolarmente importante durante la chiusura straordinaria delle scuole, quando gli Amici di eTwinning, tenendo fede al loro nome, hanno aiutato gli eTwinner offrendo supporto e guide esperte su svariati argomenti.

A marzo Scientix ha tenuto un seminario online per ispirare e guidare gli eTwinner nello sviluppo di progetti STEM legati al tema di quest’anno: Cambiamento climatico e sfide ambientali. Inoltre, Scientix ha creato una Online Meeting Room (SOMR), disponibile per tutti gli insegnanti, i ministeri dell’Istruzione o gli esperti STEM durante il lockdown.

Nello stesso mese, gli ambasciatori di Europeana hanno tenuto un seminario online su come adattare gli scenari di apprendimento alla didattica online. Inoltre, Europeana ha lavorato a una raccolta di risorse per il portale, realizzata da educatori e con lo scopo di fornire ed esplorare esempi innovativi e stimolanti. Questi esempi mostrano come il settore del patrimonio culturale sia sfruttando il patrimonio culturale digitale per rispondere a questi tempi difficili.

A maggio, gli esperti di EUROCLIO hanno organizzato un seminario online per presentare agli eTwinner il kit di strumenti didattici che hanno sviluppato e per spiegare come motivare, sostenere e insegnare agli studenti come realizzare documentari sulla storia europea recente. Inoltre, EUROCLIO ha creato un corso online gratuito in sette parti sull’insegnamento della storia online (le registrazioni sono disponibili).

Sempre a maggio, Eco-Schools ha presentato agli eTwinner la metodologia in sette passaggi ispirata dall’apprendimento basato su progetti e su un approccio che coinvolge l’intera scuola. Questa metodologia offre agli studenti un contesto che li aiuta a osservare, studiare, capire e fare esperienza diretta di alcune delle più pressanti minacce ambientali, il tutto mentre si mettono in atto azioni volte al cambiamento, sempre grazie ai sette passi.

Il più recente membro della rete degli Amici di eTwinning, l’UNHCR (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati) ha tenuto a sua volta il primo evento online a maggio. L’UNHCR ha presentato agli eTwinner i complessi temi legati alla didattica in aula per i rifugiati, a partire dal concetto stesso di rifugiato, come presentarlo agli alunni e quali ostacoli devono affrontare i bambini rifugiati.

Better Internet for Kids (BIK) ha spiegato agli eTwinner come affrontare la disinformazione, le frodi e le bufale. Sul proprio sito, BIK offre materiali che illustrano quali azioni intraprendere per rendere Internet un posto più sicuro per tutti:

La Casa di Anne Frank ha tenuto due seminari, in maggio e in giugno, sullo strumento online Stories that Move. Questo sito web gratuito e interattivo è disponibile in cinque lingue e offre cinque percorsi di apprendimento che aiutano i giovani a esplorare l’impatto di hate speech, esclusione e discriminazione.

La Casa della storia europea ha creato alcune attività tematiche da svolgere in classe e disponibili in 24 lingue; inoltre, con la serie #HistoryHoarding ha realizzato brevi giochi educativi per le attività da svolgere a casa: