article image

Sostenibilità: perché adesso? Sustainability Education Network Service eTwinning: Gruppo SENSE.

Da tempo sentiamo i media parlare di “sostenibilità” in riferimento all’istruzione.

Quando, nel 1987, l’allora Prima Ministra norvegese e presidentessa della Commissione Brundtland delle Nazioni Unite (UN) parlava di sviluppo sostenibile in Our Common Future, non poteva sapere quale sarebbero state la rilevanza e la portata di questo termine oggi, con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (OSS). Questi furono tappe storiche che avrebbero enfatizzato lo stato e la situazione del pianeta a causa dell’eccessivo sfruttamento delle risorse naturali, delle disuguaglianze sociali e della perdita di biodiversità.

Ma cosa ha a che fare tutto questo con l’istruzione? Perché parliamo di educazione sostenibile? Pensiamo per un momento che i nostri studenti, nel giro di qualche anno, saranno cittadini con responsabilità e che innumerevoli decisioni dipenderanno da loro. La formazione e l’apprendimento di competenze acquisite durante gli anni fondamentali della scuola saranno essenziali affinché le loro azioni tengano conto degli universali principi di sostenibilità, come equità sociale, biomimesi, prevenzione, precauzione, partecipazione e accesso alle informazioni, responsabilità condivisa e riparazione dei danni.

Perché allora non introdurre la competenza sostenibile accanto al resto delle competenze chiave? Questo nuovo approccio trasversale a tutte le aree, e spina dorsale dei progetti, permetterebbe lo sviluppo di metodologie attive e partecipative, e di conseguenza un apprendimento significativo, riflessivo e critico a beneficio e motivazione della comunità educativa e della società.

Ecco dunque che arriviamo a SENSE, il gruppo eTwinning sulla sostenibilità, in cui lavoro collaborativo, scambio di esperienze e apprendimento sono caratteristiche intrinseche.

Dal 2015 al oggi, SENSE si è trasformato di continuo, per offrire informazioni non solo sulle diverse regolamentazioni di Nazioni Unite, UNESCO e Commissione europea, ma anche formazione sugli OSS e sulla loro implementazione nelle scuole attraverso temi come: modelli reali, OSS nell’arte, perdita di biodiversità e sua relazione con pandemie, cambiamenti climatici, importanza di cercare affidabili fonti di informazione…

Durante tutto quest’anno, con le Settimane eTwinning e altri eccellenti momenti eTwinning, SENSE è presente in collaborazione con Eco-Schools, Networks for Sustainability e università, per offrire incontri interessanti, aggiornati e innovativi, creando due grandi eventi annuali su Giornata della Terra e Giornata mondiale dell’ambiente. Inoltre, in questo 2021, il gruppo SENSE sta collaborando con la Raccomandazione della Commissione europea per il Green Deal europeo al fine di ottenere informazioni sulle sfide che si pongono in classe quando si insegna la sostenibilità allo scopo di sviluppare progetti significativi.

I workshop di tre giorni tenutisi in giugno sono stati momenti di apprendimento con esperti come Fernando Valladares (CSIC), Deirdre Hodson (Commissione europea), Laura González (ASPEA), Lucía Vázquez (OSS & Art), Marvic Refalo (EcoSchools). Gli eTwinner hanno avuto la possibilità di partecipare a chat e discussioni, e a TeachMeet, uno strumento di arricchimento tra pari, e uno stimolo per i partecipanti. In più di un’occasione gli incontri hanno avuto un tale successo che gli stessi esperti erano sul punto di rimanere fuori dalla videoconferenza.

 activities

Ti invitiamo a condividere le tue iniziative, i tuoi progetti e le tue campagne nel gruppo.

Gruppo SENSE. Ha senso, e lo sai!