article image

Cambiamento climatico e sfide ambientali: affrontare il tema eTwinning 2020 a casa propria

Molti insegnanti si sono interessati molto al Covid-19 e questa situazione ha ispirato i loro metodi di insegnamento. Tuttavia, siamo lieti di informarti che il tema annuale di eTwinning continua a ispirare attività e progetti.

Rita Neves dal Portogallo spiega come sostiene virtualmente i suoi studenti e come li aiuta a riflettere sul cambiamento climatico e le sue implicazioni mentre sono a casa.

Rita Neves è un’insegnante dell’Agrupamento de Escolas Anselmo de Andrade ad Almada, una città della costa occidentale del Portogallo, e ha più di 30 anni di esperienza.

Rita

eTwinning ha migliorato e potenziato le pratiche di insegnamento nella mia scuola. Sono stati introdotti metodi pedagogici innovativi e strumenti ICT che rendono l’apprendimento più dinamico e significativo per gli studenti. La condivisione delle conoscenze e l’aumento del lavoro collaborativo in team multidisciplinari ha migliorato la qualità e il successo del nostro insegnamento e dell’apprendimento per gli studenti.

I miei studenti sono stati più attivi in classe e hanno migliorato le loro capacità interculturali e comunicative, il che ha avuto un impatto positivo sui loro risultati accademici.

Inoltre, i progetti eTwinning hanno contribuito a sviluppare varie competenze del XXI secolo, come l’autonomia, il pensiero critico, la cittadinanza e la creatività.

Durante la chiusura della scuola, gli insegnanti hanno incoraggiato i loro studenti a lavorare da casa e hanno chiesto loro di portare a termine diverse attività. La situazione, con la chiusura delle scuole, l’apprendimento a distanza e l’isolamento sociale, è stata snervante per gli studenti.

Grazie al nostro progetto eTwinning, abbiamo sviluppato attività di apprendimento nel nostro TwinSpace. Questo ha permesso agli studenti di migliorare le loro competenze linguistiche e interculturali/interpersonali collaborando a livello internazionale e rimanendo in contatto con gli altri.

Gli studenti sono stati invitati a partecipare a sessioni di chat ("Meeting contro il Coronavirus") con i loro partner europei due volte a settimana per sostenersi a vicenda durante questo periodo. Sono stati molto attivi nelle sessioni di chat, hanno condiviso i loro punti di vista e le loro preoccupazioni con i loro coetanei, e li hanno conosciuti meglio parlando di come passano il loro tempo durante l’isolamento sociale.

Considerato il tema annuale di eTwinning, ho deciso di invitare i miei studenti a riflettere sull’impatto ambientale e sulla riduzione dell’inquinamento atmosferico durante l’isolamento.

Come attività di riscaldamento, ho chiesto loro di confrontare le foto satellitari della Terra prima e dopo la pandemia di Covid-19 e di calcolare la loro impronta di carbonio, per poi confrontare i risultati e riflettere su come potrebbero ridurla.

Ho poi invitato i miei studenti a completare una tabella con le cause e le conseguenze del cambiamento climatico. In questo contesto, dovevano elencare i problemi ambientali e poi presentare le possibili soluzioni nel forum di discussione. La loro attività finale è stata quella di creare un poster per la Giornata della Terra 2020.

Tuttavia, Rita non è l’unica. Molti altri insegnanti portoghesi stanno ricordando ai loro studenti l’importanza del cambiamento climatico e delle sfide ambientali.

Samuel Branco, un insegnante con 23 anni di esperienza, ha continuato a lavorare con i suoi studenti su vari progetti legati al cambiamento climatico, al riciclo e alla robotica.

samuel

In uno dei partenariati, la nostra scuola deve cercare soluzioni per oceani più puliti utilizzando la robotica. Durante l’isolamento, agli studenti sono stati assegnati i seguenti compiti a casa: ricercare e identificare le principali cause dell’inquinamento degli oceani, pensare a un gioco che permetta di sensibilizzare le persone, sviluppare un volantino e selezionare video che aiutino le persone a prendere coscienza dell’inquinamento degli oceani. Grazie a eTwinning, agli studenti è stato chiesto di scambiare informazioni con i compagni europei. In questo modo, hanno potuto capire come la cultura e le abitudini di ogni paese possono portare a strategie diverse.

Ana Cristina Figueiredo, un’insegnante con 22 anni di esperienza, ha dato un nuovo significato al suo progetto eTwinning, comprendendo appieno cosa significa essere parte di un mondo interconnesso.

ana

Quest’anno il nostro progetto si chiama "Going Global for a Sustainable Planet". Quando abbiamo scelto questo tema non sapevamo che "globalizzarsi" avrebbe presto assunto un significato totalmente diverso e ancora più rilevante. eTwinning ci sta aiutando a rimanere in contatto con il resto del mondo, dimostrando che, anche se ci troviamo in una situazione difficile, le cose continuano a muoversi e che supereremo questa pandemia, continueremo a lavorare insieme e a vivere insieme meglio che mai.

Estefânia Pires, un’insegnante con 24 anni di esperienza, ha continuato a motivare i suoi studenti creando un progetto sulla conservazione degli oceani.

estefania

Nell’ambito del progetto eTwinning "Go Fish", abbiamo sviluppato una storia legata al tema dei rifiuti e al loro impatto sugli ecosistemi marini. Abbiamo tenuto una videoconferenza via Zoom con i ricercatori del Centro di Ricerca SERMARE dell’Università di Coimbra. Durante la prima parte del progetto, gli studenti stanno creando un lavoro sugli animali marini che coinvolge le loro famiglie e stanno anche condividendo nelle chat social quello che stanno facendo durante la quarantena.

Per sviluppare la tua didattica in questo periodo di isolamento, puoi iscriverti al corso online gratuito “Addressing the Climate Crisis in Your Classroom”. Questo corso ti aiuterà a dare un senso alle prove scientifiche alla base del cambiamento climatico e a utilizzarle in classe attraverso progetti e attività innovative.

MOOC