article image

Conferenza annuale eTwinning, Malta 2017: Trasformare l’inclusione in azione

750 eTwinner entusiasti e altri partecipanti si sono riuniti la scorsa settimana a Malta per la Conferenza annuale eTwinning, dimostrando senza alcun dubbio che l’inclusione è anche una celebrazione!

In un mondo in cui l’amicizia è un valore prezioso, insegnanti, dirigenti scolastici e educatori eTwinning di tutta Europa hanno testimoniato, discusso e analizzato l’importanza di stringere amicizia e costruire alleanze. 

Durante la prima giornata,, Rodrigo Ballester, membro di Gabinetto del Commissario per l’Istruzione, la Cultura, la Gioventù e lo Sport Tibor Navracsics, ha inaugurato la conferenza plenaria dando il benvenuto ai partecipanti e ricordando come siano proprio loro i protagonisti di eTwinning. Ballester ha anche aggiunto: 

eTwinning ha già 500.000 utenti, ma può crescere ancora, possiamo essere più ambiziosi! 

Mark Penfold, insegnante coordinatore nel settore dedicato ai risultati scolastici delle minoranze etniche al Babington College di Leicester, ha tenuto un discorso di apertura stimolante ed emozionante dal titolo “Il significato, la filosofia e la pratica dell’inclusione nell’era digitale”. 
Con parole semplici e concise, Mark Penfold ci ha ricordato un concetto ovvio: 

Se trattiamo una pianta di limoni e una di fichi come fossero ugiali, non daranno frutto. Troviamo il modo giusto per trattare ogni pianta!

Penfold ha spiegato che gli insegnanti devono capire che inclusione non significa trattare tutti allo stesso modo, ma offrire a tutti le stesse opportunità. Ha chiesto a insegnanti e politici di smettere di confondere l’inclusione con l’integrazione, sottolineando come l’inclusione prevede il cambiamento e, sul lungo termine, richiede un adattamento da parte di tutti.

Dopo questo coinvolgente discorso iniziale, gli eTwinner hanno partecipato alla cena di premiazione. La stanza era piena di persone dal viso felice e soddisfatto. I progetti hanno riunito studenti da tutta Europa, con lo scopo di approfondire la loro comprensione del concetto di inclusione.

Nel corso della conferenza, l’hashtag #eTconf è stato un trend-topic su Twitter e ha raggiunto 3.353.620 persone che hanno diffuso i valori di eTwinning in tutta Europa e oltre.

Nel corso della seconda giornata, i partecipanti hanno potuto scegliere tra 52 workshop tenuti da insegnanti e formatori esperti su diversi argomenti attinenti al tema dell’inclusione, come l’apprendimento sociale ed emotivo, le tecnologie decentralizzate, lo sviluppo della competenza interculturale in aula, la parità di genere e la diversità nell’istruzione. Puoi trovare le presentazioni PowerPoint qui.

I partecipanti hanno avuto l’opportunità di ascoltare oratori provenienti da svariate organizzazioni, come la Commissione europea, COFACE, Terre des Hommes, Eco-Schools, Euroclio, Peace Jam, Science in Schools e dalle Unità nazionali eTwinning. 
Per maggiori informazioni sui workshop ma anche sui loro conduttori, ti suggeriamo di visitare il nostro blog “eTwinning Annual Conference - Malta 2017”. 

Durante la terza e ultima giornata di lavori, i partecipanti si sono riuniti per l’ultima sessione plenaria. Evarist Bartolo, ministro dell’Istruzione e del lavoro di Malta, ha aperto la sessione con una serie di dichiarazioni che hanno avuto un forte impatto su tutti i presenti. Bartolo ha parlato della necessità di trovare pratiche autenticamente inclusive e non pretenziose strategie “adatte a tutti”, e ha esortato a porre la Dichiarazione universale dei diritti umani al di sopra dei singoli valori religiosi e culturali. 

Nel corso della tavola rotonda, i partecipanti non si sono limitati ad ascoltare gli oratori, ma hanno preso parte attiva ai lavori, esprimendo la loro opinione attraverso il live voting. L’ultima domanda su “come trasformare l’inclusione in azione una volta tornati a scuola” ha ricevuto molte risposte, molte delle quali vertevano su empatia, collaborazione e comprensione. Solo una parola ha avuto la maggioranza dei voti: eTwinning, forse perché, dopo tutto, incarna tutti i concetti espressi sopra